Chianti

L’ area del Chianti in Toscana è una delle zone  più conosciute ed apprezzate dai visitatori di tutto il mondo, ed è la parte d’italia più conosciuta al Mondo
il Chianti è un’area  situata a sud dell'Appennino e fra le latitudini che ricomprendono Firenze e Siena.
In alcuni casi si usa suddividere il Chianti in "fiorentino" e "senese", ma questo avviene sopratutto in riferimento alla produzione viticola.
L’area  inizia a nord, dalla zona del Mugello verso Rufina e Pontassieve, prosegue lungo i monti del Chianti fino ad arrivare a alle porte di Siena toccando alcune zone della provincia di Arezzo.

Il Chianti offre a chi lo visita un susseguirsi di paesaggi unici, contraddistinti da dolci e verdi colline, ampie distese di vigneti ed oliveti, piccoli borghi, caratteristiche pievi e case coloniche in pietra.
I paesaggi del Chianti sono talmente belli e particolari da venir spesso fotografati e riprodotti in cartoline e calendari distribuiti in tutto il mondo.
Nel tempo si è guadagnato il nome di Chianti Shire da parte degli anglosassoni che si sono trasferiti in questa area che l’ associano alla loro area più bella che la Yorkshire.
L'origine del nome Chianti non è certa: secondo alcune versioni potrebbe derivare dal termine latino clangor (rumore), a ricordare il rumore delle battute di caccia effettuate nelle foreste di cui era ricca la zona; secondo altre versioni il nome deriverebbe dall'etrusco clante, nome di famiglie etrusche diffuso nella zona, o sempre dall'etrusco clante (acqua) di cui la zona era, ed è, ricca, favorendo la crescita delle uve.

Il  "Chianti" è una terra di antiche tradizioni vinicole di cui esistono testimonianze etrusche e romane.
Ma i primi documenti in cui con il nome Chianti si identifica la zona di produzione di vino  risalgono al XIII   e si riferiscono alla Lega del Chianti costituita a Firenze per i comuni  Radda, Gaiole e Castellina  produttori di un vino rosso a base di Sangiovese.
Lo stemma  era il famoso  Gallo Nero , divenuto  poi lo stemma conosciuto in tutto il mondo  fino ad oggi probabilmente lo stemma più famoso e riconosciuto nel campo del vino .
Fino al 1700  il vino della zona del Chianti veniva prodotto utilizzando solo le uve  sangiovesi perfette in questo clima, poi il barone RICASOLI  divulga  la composizione da lui ritenuta perfetta  per ottenere un vino rosso piacevole, frizzante e di pronta bevuta  e che sarebbe poi diventata la base della composizione ufficiale del vino Chianti: 70% di Sangiovese , 15% di Canaiolo, 15% di Malvasia;
La maggior parte dei produttori utilizza oggi solo sangiovese o sangiovese con l'aggiunta di piccole quantità di merlot e/o di cabernet sauvignon.
Già nel 1600 le esportazioni in Inghilterra erano comuni probabilmente nasce qui questo amore e connubio tra il territorio toscano e la  popolazione Brittanica che negli anni si sono trasferiti nell’area ristrutturando i bellissimi casali che si trovano nella zona.
Ovviamente come in tutti i territori toscani anche qui le colline pullulano di casali, fienile , aziende agricole  e pittoreschi  centri storici che caratterizzano il paesaggio e lo rendono uno dei più famosi e ricercati del mondo ma la zona viene resa unica dai numerosi castelli che venivano utilizzati dalle nobile  famiglie Chiantigiane all’apice delle loro aziende vinicole

Il Chianti è visitato da i personaggi più importanti al mondiale non è un segreto che Tony Blair sia un assiduo frequentatore.

Visti dalle alte ma dolci colline lL’argento degli olivi, la verde geometria delle viti, le strade sottolineate dai cipressi, le gialle ginestre ai limiti dei boschi formano quadri tanto suggestivi e armonici da fare supporre un' unica mente ispiratrice.
Questo basterebbe per invogliare chiunque a conoscere questo territorio, anzi l'ideale visita della Toscana dovrebbe partire dal suo cuore, appunto il Chianti, per poi estendersi alle altre più note località turistiche che lo circondano, per meglio comprenderle.
La viabilità nel Chianti è oggi ottima e le strade fortunatamente non invitano alla velocità, ma a godere il paesaggio in un susseguirsi di saliscendi.

Immobili nel Chianti